Di ritorno da Urbino, tanti spunti, tante osservazioni su cui concordare e altre con cui dissentire.

L’unica costante purtroppo la scarsissima partecipazione, quasi nessuno oltre gli stessi relatori. Peccato, veramente!

Peccato soprattutto che questo contribuisca a confermare la mia impressione di un’auto-isolamento della semiotica, che sembra fare di tutto per rimanere un circolo chiuso, sempre più piccolo tra l’altro.

Nonostante il bel tentativo di dialogo inter-disciplinare del simposio, il problema più grande secondo me è ancora quello del dialogo interno alla disciplina.

Una disciplina così poco conosciuta e seguita in Italia che invece  di preoccuparsi di questo, si affanna solo a cercare, sottolineare e esasperare le divisioni interne!

Dopo aver partecipato ai seminari di Urbino direi che non ci si è nemmeno avviati sulla buona strada…

Annunci